Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin

Agevolazioni per assunzioni 2022: quali incentivi per le aziende?

Quali sono le principali agevolazioni per assunzioni, dirette a diverse tipologie di soggetti, valide anche nel 2022? Vediamole in questa guida.
agevolazioni per assunzioni

Nel 2021 sono state confermate e attivate molte agevolazioni per assunzioni, dirette a diverse tipologie di soggetti, dai giovani under 36, ai disoccupati over 50, alle donne, che saranno valevoli anche nel 2022.

Vediamo in questa guida quali sono le principali agevolazioni per le aziende che assumono e che rientrano nella gestione delle risorse umane.

Cosa sono gli incentivi per le assunzioni

Le agevolazioni per le assunzioni sono riconosciute ai datori di lavoro che assumono determinate categorie di persone

Gli incentivi assunzionali hanno una duplice funzione: facilitano l’inserimento nel mondo del lavoro di persone che rispondono a particolari requisiti e permettono alle imprese di contenere il costo del lavoro.

Nella fattispecie, tali agevolazioni danno diritto ad una riduzione, parziale o totale, per un determinato periodo di tempo, del costo del lavoro, attraverso la riduzione dei contributi previdenziali (INPS).

Agevolazioni per assunzioni 2022: quali sono?

Esistono numerose tipologie di agevolazioni per assunzioni; durante la fase di selezione verificare se un candidato possieda un determinato requisito può essere un buon elemento da valutare, cosicché l’azienda che lo assume possa accedere a tale incentivo.

Tale valutazione si inserisce in un contesto di efficienza della gestione delle risorse umane.

Bonus occupazione giovani under 36

Questa agevolazione prevede uno sgravio dei contributi previdenziali per i datori di lavoro che assumono i giovani under 36 (fino a 35 anni compiuti) che non hanno mai avuto un contratto a tempo indeterminato. L’agevolazione prevista è la riduzione dei contributi INPS del 100%, fino a un massimo di 6.000 euro l’anno e per una durata di 36 mesi.

Al momento, la sua piena operatività è valevole fino al 31/12/2021, cosi come stabilito dalla Commissione Europea.

Bonus donne

L’agevolazione consiste nella riduzione dei contributi pari al 50% fino a 6.000 euro per i datori di lavoro che assumono, a tempo indeterminato o determinato, lavoratrici:

  • di qualsiasi età e prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 24 mesi;
  • di qualsiasi età, prive di impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi e residenti in aree svantaggiate;
  • impiegate in settori con disparità occupazionale di genere superiore al 25% e prive di impiego da 6 mesi;
  • con almeno 50 anni di età e disoccupate da più di 12 mesi.

Per le assunzioni effettuate nel biennio 2021-2022 la decontribuzione è del 100%, così come previsto dalla Legge di Bilancio 2021; in questo caso, si è tutt’ora in attesa di autorizzazione da parte della Commissione Europea.

Agevolazione per over 50

Tra le agevolazioni per le assunzioni c’è anche l’agevolazione nei confronti di lavoratori e lavoratrici over 50, disoccupati da almeno 12 mesi.

il datore di lavoro ha diritto ad una riduzione dell’aliquota contributiva a suo carico nella misura del 50%, per un periodo variabile a seconda del tipo di contratto stipulato e precisamente per:

  • 12 mesi, in caso di assunzione con contratto a tempo determinato;
  • 18 mesi, in caso di assunzione con contratto a tempo indeterminato;
  • 18 mesi complessivi, in caso di assunzione con contratto a tempo determinato trasformato in contratto a tempo indeterminato.

 

Bonus Disabili

Le aziende che assumono con contratto a tempo indeterminato persone con disabilità, anche con orario part time, possono beneficiare di incentivi in base al grado di disabilità del lavoratore assunto:

  • 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, in caso di lavoratori con riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o affetti da disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%;
  • 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, in caso di lavoratori con una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 79%.

Gestisci correttamente le assunzioni con il supporto di Consulenti del Lavoro

Un Consulente del Lavoro individua le agevolazioni migliori per la tua situazione aziendale, aiutandoti ad orientarti tra le varie normative e incentivi. Ti supporta anche nella redazione di contratti di lavoro corretti.

Incentivo Apprendistato

Consiste in uno sgravio contributivo per i datori di lavoro che assumono giovani fino a 29 anni di età, con contratto di apprendistato professionalizzante. Ne parleremo meglio in un prossimo articolo di approfondimento.

Incentivo giovani under 30

Consiste nella riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro, fino ai 3.000 euro annui, per un periodo massimo di 36 mesi.

Questa agevolazione è applicabile alle assunzioni a tempo indeterminato, pieno o parziale, di giovani di età inferiore a 30 anni che non abbiano mai instaurato un rapporto di lavoro a tempo indeterminato.

Incentivo per sostituzione lavoratori in congedo di maternità/paternità

I datori di lavoro, con organico fino a 20 unità, possono usufruire di uno sgravio contributivo del 50% per massimo 12 mesi se assumono personale in sostituzione di lavoratrici e/o lavoratori assenti per congedo di maternità/paternità.

Incentivo percettori NASPI

Chi assume a tempo pieno e indeterminato i percettori della Nuova assicurazione sociale per l’impiego (NASPI) può accedere a un contributo mensile. L’importo è pari al 20% della NASPI residua che sarebbe stata corrisposta al lavoratore assunto.

Quando è possibile utilizzare le agevolazioni contributive?

Le aziende possono beneficiare delle riduzioni contributive quando sono presenti i seguenti requisiti:

  • L’assunzione non viola il diritto di precedenza né assolve ad un obbligo preesistente;
  • L’azienda presenta regolarità contributiva (Durc);
  • È presente l’applicazione integrale della normativa in materia di sicurezza nei luoghi di lavoro (DLgs 81/2008)
  • È presente il totale rispetto dei contratti collettivi nazionali e territoriali (CCNL).

Valuta le agevolazioni e redigi contratti corretti: ti aiutiamo noi!

Supportiamo gli imprenditori nella valutazione delle agevolazioni per le assunzioni, nella gestione delle risorse umane, nella redazione di contratti di lavoro.

Forniamo un servizio preciso, aggiornato e personalizzato sulle esigenze aziendali.

Siamo attivi a Bergamo e provincia e possiamo raggiungerti anche in tutta Italia.

In questo articolo

Potrebbe interessarti anche